SEO: Criteri off-site

I criteri off-site per il posizionamento sui motori di ricerca sono sintetizzabili nell’analisi della struttura di link collegata ad una specifica pagina web.

Per ottenere un buon posizionamento su Google, oltre a creare una buona navigazione di link interni ed a seguire tutti i principali criteri di posizionamento on-site, è particolarmente importante sviluppare la link popularity di un sito.

La link popularity è la popolarità di un sito web (o anche di una singola pagina web) assegnata da Google, misurata con il numero di link che puntano ad esso.

Google ha creato il concetto di link analysis, è stato cioè il primo ad introdurre l’analisi dei link come criterio di classificazione dei siti.

Questo ha portato alla nascita del link building ed al suo prevalere su tutte le altre attività necessarie per migliorare il posizionamento di un sito web o di una pagina web nei risultati dei motori di ricerca.

In realtà, sarebbe più corretto dire che il criterio utilizzato sia la link structure analysis, cioè l’analisi della struttura complessiva di link che punta ed esce dalla pagina stessa.

In pratica, si può dire che l’insieme dei link del web indica, per Google, per ciascun nodo la sua posizione ed il risultato dei diversi collegamenti esistenti fra i vari nodi: grazie a questa analisi Google riesce ad avere una visione di insieme della rete di collegamenti fra le pagine web e, quindi, attribuire il corretto “peso” ai link diretti ed indiretti.

Ciascun link trovato dallo spider (e quindi da esso seguito) viene registrato, insieme a tutte le caratteristiche che lo contraddistinguono, come per esempio:

  • L’anchor text associato.
  • La pagina di provenienza.
  • Il dominio di provenienza.

Grazie a questa analisi, Google riesce a ricostruire la link structure associata ad ogni singola pagina, direttamente all’interno del suo indice, ed inserire questo risultato nel punteggio di rilevanza di quella specifica pagina.