Google AdSense: cos’è e come funziona

In questo articolo ti spiego come funziona Google AdSense, il servizio di banner e link pubblicitari di Google. Tramite AdSense puoi pubblicare annunci pubblicitari sul tuo sito web (o blog), guadagnando in base alle visualizzazioni degli annunci ed ai click che i tuoi utenti faranno su questi annunci.

Google AdSense

Il sistema di Google AdSense è molto semplice, vediamo insieme come funziona. Il webmaster (o il gestore del sito) inserisce un codice (JavaScript) nel sito web. Ogni volta che la pagina è consultata, lo script mostra dei messaggi promozionali del programma Google AdSense. Gli annunci visualizzati saranno a tema, pertinenti con il contenuto della pagina che si sta navigando.

Ad esempio, se il sito (o blog) parla di giardinaggio e di fiori lo script di Google AdSense mostrerà annunci pubblicitari di negozi di articoli da giardino, fiorai e simili.

Quando un’azienda decide di pubblicizzarli online tramite Google Ads, ha la possibilità di aggiungere i loro annuncio pubblicitari sia sulle pagine dei risultati di ricerca di Google (Rete di Ricerca) sia su siti web non di proprietà di Google, ma collegati ad esso tramite appunto il servizio Google AdSense (Rete Display).

Si tratta di un’opzione di default e gli inserzionisti  devono disattivare questa opzione se non vogliono che i loro annunci escano sui siti web che partecipano al programma Rete Display.

Se hai un sito web o un blog, puoi far visualizzare questi annunci aprendo un account su Google AdSense. Ti verrà riconosciuta una percentuale su ogni click effettuato sul tuo sito/blog.

Uno dei punti forti di AdSense è il fatto di avere molti inserzionisti. Il risultato è che sul nostro sito appariranno molte pubblicità, tutte diverse tra loro, ma sempre legate al tema del sito.

Se un visitatore clicca su un annuncio, il proprietario del sito guadagnerà una parte del denaro che l’inserzionista paga a Google per il click.

Che differenza c’è tra Google AdSense e Google Ads?

È facile fare confusione tra AdSense ed Ads, cerchiamo di fare chiarezza:

AdSense permette ai proprietari di siti e blog di diffondere pubblicità sulle loro piattaforme, e questo lo abbiamo già detto.

Ads permette, al contrario, agli inserzionisti di comprare link sponsorizzati sui siti internet. Senza entrare troppo nel dettaglio, Google Ads è in pratica una vendita di link all’asta.

Come guadagnare con AdSense?

Molti siti web basano la loro strategia di guadagno solo ed esclusivamente su AdSense. Infatti, si possono guadagnare (molti) soldi utilizzando questo servizio.

Ci sono diversi fattori che influenzano il rendimento degli annunci di AdSense. Tra questi vi sono:

  • La posizione degli annunci.
  • La personalizzazione con il tema del sito web.
  • Il numero di visitatori.
  • Gli argomenti trattati sul sito.

Per aumentare i tuoi guadagni tramite Google AdSense, le cose fondamentali da fare sono due: aumentare il traffico del sito e fare in modo che gli utenti clicchino sugli annunci.

Per aumentare il traffico del sito ci sono diverse tecniche ma parlarne ora ci porterebbe fuori tema, vediamo invece come incentivare gli utenti a cliccare sugli annunci AdSense.

Prima di tutto, è buona norma avere un blog con molti articoli, ognuno di lunghezza di almeno 500 parole. L’obbiettivo è di “tenere occupato” il visitatore per farlo restare il più possibile sul sito. Il fatto di avere molte pagine e articoli, farà navigare il visitatore in diverse sezioni del sito, dove saranno sempre presenti gli annunci AdSense.

Altra cosa importante è il look del sito, fondamentale il colore dei link, che deve essere sempre diverso dal resto dei contenuti.

A volte si nota che gli annunci non sono esattamente a tema con la pagina del sito, questo accade perché il sistema scannerizza tutto il contenuto della pagina e prende come riferimento alcune frasi chiave per far uscire gli annunci a tema.

Spesso nella pagina, i vari elementi presenti  quali il menù e le vetrine portano il sistema in confusione, così non capisce esattamente qual è il tema principale dell’articolo. Questo riduce considerevolmente la pertinenza degli annunci, e minimizza le possibilità di conversione (click).

Questo problema si può risolvere segnalando al sistema quale parte di contenuto deve prendere in considerazione per l’inserimento degli annunci a tema.

Il principio è semplice: basta inserire un codice all’inizio e alla fine del contenuto che vogliamo segnalare. In questo modo AdSense farà apparire annunci in relazione al contenuto, e non dell’intera pagina.

Il codice da inserire è il seguente:

<!– google_ad_section_start –>
Articolo
<!– google_ad_section_end –>

Se utilizzi un sistema CMS come WordPress o Joomla!, l’operazione è ancora più semplice perché basterà inserire la stringa direttamente nel codice html della pagina del tuo template che richiama gli articoli ed il gioco è fatto.

Nnon inserire più di 2 o massimo 3 blocchi di annuncio per ogni pagina e non dimenticare mai la navigabilità del sito. Prima di pensare alla pubblicità, pensa al tuo lettore. Il resto verrà da se!

Alcune informazioni utili su AdSense

Finiamo questa presentazione con alcuni dettagli pratici su AdSense.

  • I pagamenti vengono effettuati al raggiungimento della soglia minima di € 70.
  • Gli annunci che vengono visualizzati sul proprio sito non possono essere moderati ma, una volta visualizzati si può chiedere a Google di non far uscire più gli annunci di quel determinato inserzionista.
  • Si può, solo in alcuni casi, richiedere anche il CPM (costo per mille impression).
  • AdSense offre diversi formati di annunci e da la possibilità di personalizzarne colori e dimensioni.
  • Ci sono anche altri servizi oltre ai classici annunci sponsorizzati, come la ricerca personalizzata e i contenuti per dispositivi mobili.
  • Google controlla minuziosamente i click fraudolenti. È fortemente sconsigliato di cliccare sui propri annunci, onde evitare di vedersi chiudere l’account perdendo i guadagni maturati.
  • Esistono dei formati di annunci specifici per gli smartphone.
  • AdSense permette di monetizzare anche il traffico sul proprio canale YouTube.

Come cominciare ad usare AdSense?

Ora che sai praticamente tutti i concetti di partenza sulla piattaforma Google AdSense, puoi aprire un nuovo account e cominciare a guadagnare con gli annunci promozionali: www.google.com/adsense.

In bocca al lupo!