giapox.it

Geek Blog

Feed RSS Facebook Twitter Google+

Tablet: l’importanza delle dimensioni

Tablet Microsoft

Ad analizzare le preferenze e le tendenze dei consumatori è stato Flurry che ha cercato di tirare le somme, analizzando le abitudini dei consumatori su scala mondiale. Ebbene dall’analisi è emerso che su circa un miliardo di dispositivi mobili in uso nel mondo, appartenenti a circa 200 modelli diversi, i più diffusi sono proprio i tablet e gli smartphone dalle dimensioni medie, ovvero quelli che oscillano tra i 3.5 e i 4.9 pollici.

Nel dettaglio il 16% dei telefoni attualmente in uso hanno un display da 3.5 pollici di diagonale, mentre ben il 69% ne hanno uno compreso tra i 3.5 pollici e i 4.9 pollici. Il 7% dei telefonini è invece di piccole dimensioni, seguiti dal 6% dei tablet da 7 o 8 pollici, sullo stile del Kindle Fire e dell’iPad Mini. Per chiudere il 7% dei tablet ha dimensioni più grandi, seguendo prevalentemente lo stile dell’iPad di Apple.

Insomma ad influire sull’acquisto non sono solo i prezzi di tablet o di smartphone, ma anche le loro dimensioni che, anzi, sembrano giocare un ruolo fondamentale.

Dalla ricerca di Flurry emerge un altro dato molto interessante, ovvero che la distribuzione dei dispositivi a livello mondiale non sembra equivalente al modo con cui questi vengono utilizzati dagli utenti. Dalla ricerca è infatti emerso che gli utenti Android, sebbene di numero maggiore rispetto a quelli iOS, risultano meno propensi a utilizzare il proprio dispositivo per le applicazioni.

Dalla ricerca emerge inoltre che i tablet sono considerati dalla maggior parte dei consumatori come una specie di console da gioco, visto che la maggior parte del tempo, circa un terzo, vien trascorso appunto giocando. Sembra invece che i tablet non vengano utilizzati per la lettura degli ebook e per la visualizzazione di video, sebbene risultino ideali per questo tipo di attività viste le dimensioni più grandi dello schermo. Pare che questa attitudine degli utenti sia da ascrivere al fatto che gli smartphone sono utilizzati per guardare un video molto velocemente.

Da quanto detto si evince quindi che i produttori dovrebbero proporre giochi per tablet, ebook e applicazioni veloci per gli smartphone, concentrandosi prevalentemente sulla versione iOS dei software piuttosto che su quella Android.

Autore: Gianluca

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − 6 =