giapox.it

Geek Blog

Feed RSS Facebook Twitter Google+

Pannelli solari a Concentrazione, il futuro del Fotovoltaico

Negli ultimi 10 anni i pannelli fotovoltaici hanno ottenuto un successo senza precedenti. Spinti dagli incentivi fiscali alla produzione di energia elettrica presenti in molti paesi nel mondo, in Italia il Conto Energia, i moduli sono stati vendutissimi.

La tecnologia però è quella di 20-30 anni fa. Un materiale semiconduttore, il silicio, che trasforma la luce prodotta dai raggi solari in corrente tramite passaggio di elettroni nelle celle, effetto fotovoltaico. Il tallone d’Achille dei pannelli è sempre stato però rappresentato dallo scarso rendimento. Un buon modulo non va oltre il 15-20% di conversione, con tantissima energia sprecata.

Una nuova tecnologia, ma più che altro si parla di nuova tecnica, è rappresentata dai pannelli solari a concentrazione. Di cosa si tratta? Nulla di nuovo sotto al sole è il caso di dire, sono soltanto degli accorgimenti che fanno aumentare in maniera esponenziale la produzione.

Su ogni cella viene montato uno specchio che fa rimbalzare i raggi del sole in un unico punto concentrando in una piccola area tutta la potenza del sole. I rendimenti si innalzano e soprattutto ci sarà bisogno di meno silicio perché la cella è più piccolina con conseguente abbassamento dei prezzi dei pannelli.

La spesa minore però è parzialmente bilanciata dall’inseguitore sui cui dovremmo montare il nostro sistema fotovoltaico. Ci sarà bisogno infatti sempre della massima insolazione, ecco perché è necessario l’inseguitore motorizzato che si sposta lungo il movimento del sole.

Un sistema con pannelli a concentrazione da’ inoltre diritto a tariffe incentivanti superiori perché si tratta di impianto innovativo.

Autore: Gianluca

1 commento

  • Fotovoltaico il 30 gennaio 2014 scrive:

    Gli incentivi hanno contribuito al successo del fotovoltaico.


    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 18 =