giapox.it

Geek Blog

Feed RSS Facebook Twitter Google+

Nvidia GeForce GTX 780 Ti più forte del Titanio

Nvidia GeForce GTX 780 Ti

Dopo 7 mesi in testa alle classifiche grazie alle prestazioni della sua GeForce GTX Titan, Nvidia si era recentemente fatta raggiungere da AMD, con la R9 290X.

Ma lo scorso novembre Nvidia ha giocato il suo “asso nella manica” proponendo la nuovissima GeForce GTX 780 Ti, una scheda grafica con una GPU che sfrutta al massimo le sue capacità del proprio Chip con’architettura Kepler.

L’obbiettivo di questo modello è di tornare in classifica come miglior scheda grafica per gaming e, allo stesso tempo, proporre un prodotto che sia più affidabile e meno rumoroso del suo diretto concorrente.

Caratteristiche tecniche della Nvidia GeForce GTX 780 Ti

Caratteristiche Tecniche GTX 780 Ti

La GPU utilizzata sulla GTX 780 Ti è un GK110, lo stesso che utilizza la GTX 780 “liscia” e la GTX Titan.

Il numero di unità di calcolo è, tuttavia, più elevato rispetto a queste due schede poiché arriva a 2880 rispetto ai 2304 (+25%) della prima e 2688 (+7%) della seconda.

É il massimo che un chip GK110 è in grado di raggiungere ed è il doppio di quanto propone una GeForce GTX 670, ad esempio.

Il numero di unità dedicate alla texture cambia in maniera proporzionale e passa da 224 della GTX Titan a 240 della GTX 780 Ti. D’altronde, non c’è nessun cambiamento sostanziale a livello di unità di resa che restano a 48, come sulle altre schede sopracitate.

Lato memoria grafica troviamo, come sulla GTX 780, 3GB di GDDR5 su bus 384 bits. D’altra parte, la frequenza passa da 1502 a 1750 MHz, ossia un incremento notevole del 16,5%.

GPU Boots: una frequenza GPU variabile

Naturalmente, Nvidia non ha ignorato la funzione GPU Boost. La GPU mostra una frequenza minima di 875 MHz, una frequenza GPU Boost media certificata di 928 MHz ed una frequenza massima non comunicata.

Nei giochi, la frequenza non è dunque fissa e cambia in funzione della temperatura raggiunta dalla GPU (massimo 84°) e del suo consumo.

Ingombro e rumore

Lunga 26,7 cm, come la GTX 780, la GeForce GTX 780 Ti adotta il sistema di raffreddamento della GTX Titan.

In sostanza, si basa su un grande radiatore in alluminio ed una ventola con una turbina che fa passare l’aria trasversalmente e ne fa uscire una buona parte fuori dal suo alloggio.

A prestazioni basse il rumore della ventola è quasi impercettibile, a meno che non ci si incolli l’orecchio al computer.

Nei giochi, la velocità della ventola aumenta, così come, ovviamente, anche il rumore, ma è sicuramente meno rumorosa della sua diretta rivale della AMD, la R9 290X.

Consumi

A riposo questa scheda consuma circa 52 watt, ovvero 7 watt in meno della Radeon R9 290X.

Nei giochi, il consumo oscilla tra 305 e 313 watt, a seconda dei giochi utilizzati. Sono circa 10% in più rispetto alla GTX Titan (30 watt di differenza).

Performance nei giochi

L’obbiettivo di Nvidia è di superare la Radeon R9 290X e la scommessa è riuscita siccome, in media, la GeForce GTX 780 Ti si è dimostrata in media il 2,5% più veloce della sua concorrente.

La GeForce GTX 780 Ti è, inoltre, 13% più veloce di un GeForce GTX 780 e 6% più veloce di una GeForce GTX Titan.

Conclusioni

Nvidia ha cacciato l’artiglieria pesante per battere AMD e la GeForce GTX 780 Ti è l’occasione per la società di mostrare quello che una GPU GK110 “completa” ha da offrire.

Annunciata a 649 Euro, la GeForce GTX 780 Ti è più cara di una Radeon R9 290X del 30% circa e fino all’80% più cara di una R9 290.

Video di presentazione Nvidia GeForce GTX 780 Ti

Autore: Gianluca

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 2 =