giapox.it

Geek Blog

Feed RSS Facebook Twitter Google+

Comprare Fan su Facebook

Comprare fan su Facebook

Comprare fan su Facebook

Che Facebook sia diventato uno dei luoghi irrinunciabili per organizzare al meglio una campagna pubblicitaria è ormai cosa risaputa. Il mondo dei social network è notevole fonte di promozione, ma anche ideale per avvicinarsi al cliente, sia per offrire assistenza che per capire dove migliorare i propri prodotti o la propria offerta di servizi.

In Italia la scena è dominata da Facebook, ed è qui che molte aziende concentrano i loro sforzi pubblicitari. La formula di Facebook è molto chiara e non staremo a spiegarla nel dettaglio, ma è ben noto che gli utenti interessati ad una pagina, che sia essa di un marchio, di una band musicale o di qualsiasi altra cosa, cliccano sul famoso pulsante “mi piace”.

Ovviamente la quantità di like ricevuti è una stima grossomodo realistica della notorietà di un marchio. Il grossomodo, però, è d’obbligo, dato che è un fatto acclarato la possibilità di acquistare “mi piace” su Facebook.

Ma avvalersi di questa pratica è davvero conveniente? Ad un primo sguardo può sembrare non vi siano controindicazioni, ma le cose non vanno mai guardate con superficialità.

La premessa da fare è una: guadagnare fan in maniera naturale è sempre la cosa migliore. Il motivo? Il fan che spontaneamente sceglie di dare il proprio like ad una pagina è davvero interessato a ciò che questa ha da proporre, risultando un iscritto affidabile e probabile fruitore dei servizi proposti.

Dopo aver chiarito il punto del “naturale è meglio”, cerchiamo di capire i pro ed i contro dell’acquisto di fan sul social di Zuckerberg. Quel che bisogna subito mettere in conto è che non tutti i messaggi pubblicati su una pagina Facebook arrivano ad ogni singolo iscritto, anzi, gli amministratori delle pagine hanno proprio modo di vedere a quante persone è giunto un determinato aggiornamento di stato.

Questo lascia facilmente capire come, se abbiamo comprato 2000 fan, questi potrebbero anche essere totalmente disinteressati all’argomento portante della pagina, quindi un messaggio, che già da se è in grado di raggiungere solo una parte di quei 2000, potrebbe finire solo sulle pagine di pochissimi interessati.

Questa realtà è da prendere in seria considerazione soprattutto per pagine di piccole dimensioni, che con l’acquisto di fan potrebbero addirittura ottenere risultati contrari a quanto ci si potesse aspettare.

Diversamente, un lato positivo potrebbe essere riscontrato da marchi già rinomati, magari di nuova iscrizione sulla piattaforma, desiderosi di raggiungere un maggior numero di fan. Un marchio già famoso, con una certa risonanza mediatica, potrebbe trovare, invece, giovamento nel comprare fan su Facebook.

Qualcuno potrebbe obiettare, sottolineando come si possa acquistare likes direttamente dalla multinazionale di Palo Alto. Va detto, però, che ci sono alcune ricerche che testimoniano come i fan che atterrano sulle pagine, anche se acquistati “alla fonte”, tendono ad avere lo stesso scarso interesse, rispetto a chi vi approda naturalmente, nonostante venga impostato un target basato su nazionalità, fasce di sesso, età e diverse altre informazioni.

Questo fa sì che, in linea di massima, possa esserci davvero poca differenza tra l’acquisto di fan in maniera ufficiale o utilizzando servizi esterni che vendono fan, l’importante è, invece, assicurarsi di comprendere bene se la propria attività possa trarre beneficio da tale iniziativa.

Autore: Gianluca

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove + diciannove =