giapox.it

Geek Blog

Feed RSS Facebook Twitter Google+

Come funzionano i Televisori 3D?

Televisori 3D

I televisori 3D stanno invadendo i negozi di elettronica anche se i prezzi proibitivi di questi prodotti ne fanno ancora un bene di lusso.

La tecnologia 3D che hanno adottato i televisori oggi in commercio consiste nell’alternare due immagini contraddistinte: una per l’occhio destro e l’altra per l’occhio sinistro.

Questo crea un effetto illusorio, avremo davanti ai nostri occhi il video diviso in più piani, questa illusione ottica a volte è così realistica che sembra che alcuni oggetti escano veramente dal televisore per andare incontro allo spettatore.

Per fare in modo di dividere i fotogrammi uno per l’occhio sinistro ed uno per l’occhio destro, vengono utilizzati degli occhiali speciali. Nelle lenti di questi occhiali c’è uno strato formato da cristalli liquidi che si oscurano quando ricevono un segnale elettrico.

Di conseguenza questi occhiali devono essere sincronizzati con i fotogrammi sullo schermo in modo tale che gli occhiali oscurano uno o l’altra lente in base all’immagine sullo schermo.

Quando, durante la riproduzione di un video in 3D, ci sarà l’immagine per l’occhio sinistro verrà inviato un segnale che oscurerà l’occhio destro e viceversa.

I tv 3D rispetto agli altri televisori hanno la particolare caratteristica di avere una frequenza d’ingresso molto alta (almeno 120 Hz). Dobbiamo pensare, infatti, che durante la visione 3D i fotogrammi verranno dimezzati (uno per occhio).

Le televisioni attuali hanno una frequenza intorno ai 50 Hz, 60 Hz questo permette una visione fluida dell’immagine, se questa frequenza venisse dimezzata, avremo un’immagine piuttosto tremolante.

Il successo di questa tecnologia è tutto da verificare, d’altronde per godere il 3D dovremo indossare degli occhialini e posizionarci in modo tale da essere precisamente di fronte alla televisione: insomma, come avrete capito, non è adatta alla visione quotidiana.

Il futuro di un 3D senza occhialini è in fase di progettazione e potrebbero passare diversi anni prima di vedere il primo prototipo.

Una cosa è chiarissima: pochi anni fa con l’avvento dei primi televisori in Full HD il prezzo esorbitante ne limitava la diffusione, mentre oggi chiunque cambi la propria TV può permettersi una televisione ad alta definizione.

Autore: Gianluca

8 commenti

  • Mario il 16 novembre 2010 scrive:

    Sono interessato agli articoli di tecnologia elettronica specie sulle novità. Ringrazio di quelle già lette.


    Rispondi

    • Gianluca il 18 novembre 2010 scrive:

      Grazie a te della visita e del commento. 🙂


      Rispondi

  • Teodoro78 il 3 dicembre 2010 scrive:

    Al momento la migliore tv per il 3d è il PanasonicTX-65VT20.
    Samsung e Sony sono ancora un bel passo indietro su questo aspetto, in ogni caso meglio attendere per vedere se arrivano quelle senza occhiali.


    Rispondi

    • Gianluca il 4 dicembre 2011 scrive:

      Ciao Teodoro e grazie del tuo contributo.


      Rispondi

  • Gimmo il 28 giugno 2011 scrive:

    Ormai, è arrivato il primo schermo 3D senza occhiali, ovvero quello della nota console Nintendo, staremo a vedere se usciranno prossimamente dei monitor con questa tecnologia.


    Rispondi

    • Gianluca il 29 giugno 2011 scrive:

      Ciao Gimmo, grazie per il tuo intervento.


      Rispondi

  • Sandro M. il 5 ottobre 2011 scrive:

    Ottimo articolo!
    Per esperienza vissuta concordo con chi ha scritto che Panasonic al momento è ancora di un altro livello, anche se la differenza si sta assotigliando sempre più.
    Sony e Samsung stanno inseguendo.


    Rispondi

    • Gianluca il 6 ottobre 2011 scrive:

      Ciao Sandro e grazie di aver condiviso la tua opinione sul mio blog.


      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − quattro =